Perché il corsivo in inglese si chiama Italic?

La risposta è semplice: il corsivo è stato inventato in Italia sempre da Aldo Manuzio. Principalmente la creazione di questo font aveva due scopi: risparmiare carta, dato che il corsivo era più sottile e occupava meno spazio, e per far sì che i testi fossero più facilmente leggibili dato che il gotico di Gutemberg era molto elaborato. Il primo libro nel quale debutta questo nuovo font è l’Epistole di Santa Caterina da Siena in una sola frase, “Jesu dolce Jesu amore”, mentre il primo libro stampato interamente in corsivo è un testo di Virgilio datato 1501 che, oltretutto, è anche il primo ad essere stampato in ottavo.

Lascia un commento

Go Top
Facebook
Facebook
Instagram